loader image

GOOD AS YOU

TV SHOW

GOOD AS YOU

TV SHOW

IL PRIMO MAGAZINE LGBT ITALIANO

GOOD AS YOU (acronimo: G.A.Y.) è stato nel 2002 il primo programma italiano a tematiche LGBT, trasmesso dal canale satellitare JIMMY. Inutile dire che all’epoca suscitò scalpore, polemiche e beghe legali. Del resto la produzione del programma si trovava proprio a due passi dal Vaticano, e il papa dell’epoca non fu tenero in tema di omosessualità. Il magazine era costruito come un vero e proprio work in progress, dove anche il backstage e le riunioni di redazione – cui partecipavano sia i presentatori/autori che gli ospiti – erano filmati. 
Le tre stagioni di GOOD AS YOU hanno avuto ognuna un’impostazione differente:  la prima stagione è stata di rottura, provocatoria e al tempo stesso divulgativa. La seconda stagione ha allargato il campo e incluso altre diversità, mentre invece la terza stagione, intitolata GOOD AS YOU : L (vedi sotto) è stata dedicata esclusivamente all’universo L.

SHOWRUNNER / PRODUCTION DESIGN
Massimo Di Felice

WRITERS / PRESENTERS
Sandro Cisco / Benedetta Emmer / Gianna Pala Contini

DIRECTOR
Vincenzo Taglialatela

PHOTOGRAPHY
Massimo Latini

PRODUCTION
Flavia Paselli per Vedute d’Insieme srl / Cécile Glevarec per Elettrosofia srl

BROADCAST
JIMMY [2002-2003-2004]

GOOD AS YOU : L

GOOD AS YOU : L è stata l’ultima stagione del magazine, in onda nel 2004, composta da 15 mini-documentari da 15′ sulla scena ‘L’ a Los Angeles e San Francisco. Madrina della serie è stata la post-porn modernist Annie Sprinkle.

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email